Vaccino: si potrà effettuare anche in una regione diversa da quella di residenza.

Il commissario per l’emergenza Covid -19, il generale Figliuolo, ha dato l’okay alla possibilità di vaccinarsi senza dovere tornare obbligatoriamente alla propria residenza, impendendo il blocco della grande campagna vaccinale che sembra dare i primissimi frutti. Stando alle dichiarazioni di Figliulo, l’obiettivo è quello di vaccinare l’80% degli italiani entro settembre.

Saranno le regioni quindi a dover gestire il numero di dosi, le prenotazioni necessarie per poter accedere al vaccino e scaglionare le categorie di persone in base alla priorità, dal momento che non tutti reagiscono allo stesso modo ad un determinato tipo di vaccino, che come si sa, sono diversi: Astra-Zeneca, Johnson & Johnson, Pfizer. Ognuno di questi sieri è destinato ad una categoria differente.

La prenotazione del proprio vaccino va effettuata via internet una volta che la regione avrà dato via libera.

Per effettuare la prenotazione occorre l’identità digitale, attraverso la quale si può accedere al proprio fascicolo sanitario e monitorare costantemente la propria situazione medica e la possibilità di prenotare il vaccino.

Come l’anno passato, l’arrivo dell’estate sembra aiutare la lotta al virus che da quasi due anni sta limitando diverse libertà nelle nostre vite, ma tutti hanno il dovere di mantenere alta la guardia, per evitare una chiusura nuova in autunno che potrebbe causare danni irreparabili.

L’estate consente un’interazione sociale maggiore rispetto al resto dell’anno. Adesso si può uscire e ci si può ritrovare con gli amici, il coprifuoco per ora è stato abolito e quindi si può stare fuori un po’ di più, ma se andate a casa di qualcuno ricordatevi di lavarvi spesso le mani e di non stare completamente appiccicati alle altre persone. Ricordiamoci sempre che il Covid-19 è ancora in circolazione e non è il caldo a friggere il virus, ma il fatto che con l’arrivo della bella stagione si stia all’aperto per molto più tempo, ecco perché occorre porre molta più attenzione quando si è in luoghi chiusi, non solo case altrui, ma soprattutto treni, autobus e metropolitana, per non parlare degli uffici e di altri luoghi di lavoro.

Le persone che hanno figli piccoli facciano particolare attenzione quando i bambini  vengono a contatto con i loro amichetti, i quali spesso si toccano bocca e naso durante il gioco , che sia in casa o all’aria aperta.

A prescindere da quello che si possa pensare, le diverse ipotesi, le dietrologie, i complotti da bar che spesso influenzano molte persone,  il vaccino rappresenta un’arma utile alla lotta al Covid- 19.

Le diverse tipologie di vaccino da somministrare sono supportate da ricerche  effettuate da esperti che, si spera non sbaglino, ma nei quali occorre riporre fiducia.

Certo a volte può non essere sempre efficace, ci possono essere effetti collaterali di diversa tipologia, ma ricordiamoci di prendere in considerazione sempre più di una voce.

Il vaccino non è un obbligo, ma informarsi correttamente è un dovere, solo così si sarà liberi di fare una scelta consapevole. Abbiamo tutti voglia di lasciarci questa situazione alle spalle il più presto possibile, e se ognuno continuerà a rispettare delle semplici regole, riusciremo a uscirne più velocemente.

Se avete dubbi e desiderate avere ulteriori informazioni, contattateci, in farmacia saremo lieti di rispondere alle vostre domande.

 

 

Via Garibaldi 10, Basilicanova, Parma

Chiamaci

Chiamaci

+39 0521 681117

Scrivici

Scrivici

info@farmaciatorri.it

Prendi il tuo appuntamento

Prendi il tuo appuntamento

Richiedi incontro