L’IMPATTO DEL LOCKDOWN SUGLI ITALIANI

Da uno recentissimo studio, molte delle persone che sono state sottoposte al lockdown, svilupperanno purtroppo un’ampia gamma di sintomi di disturbi psicologici. Tra questi disturbi oltre al malessere, allo stress, all’ansia, alla rabbia, all’irritabilità, alla depressione e alla sindrome da stress post-traumatico, si aggiungerà anche quella dell’insonnia. Infatti la quarantena, terminata nella versione più restrittiva il 4 maggio, ha comportato un grande cambiamento nelle abitudini di vita degli italiani. Il confinamento, se da un lato è stato essenziale per ridurre il rischio di contagio, ha avuto un grande impatto psicologico, economico e sociale molto forte, riducendo la qualità della vita delle persone e mettendo a rischio la salute psico-fisica di molti individui. Questo studio congiunto si riferisce ad un’analisi della qualità del sonno in un campione di 1310 persone tra i 18 e 35 anni ponendo a confronto la settimana del 17-23 marzo (la seconda di lockdown completo) e la prima settimana di febbraio e più precisamente ad una settimana esatta dalle prime limitazioni, quelle che ci avrebbero portato alla chiusura totale dei primi giorni di marzo.

É infatti emerso che la ridotta attività fisica, la scarsa esposizione alla luce solare, l’assenza di attività sociali, le paure per il contagio e per la situazione economica e, in un certo qual modo, al cambiamento di vita familiare, hanno portato a un peggioramento della qualità del sonno. La ricerca ha altresì mostrato un netto cambiamento nei ritmi sonno-veglia causato anche da un incremento nell’uso dei media digitali e ad una distorta percezione del tempo che scorre.

Lo studio ha messo in luce dati allarmanti sulla salute mentale. Infatti il 24.2% (24.95% dei lavoratori, 23.73% degli studenti) del nostro campione ha mostrato sintomi di depressione da moderati a estremamente severi, il 32.6% di ansia e uno su due (49.47% dei lavoratori, 51.6% degli studenti) sintomi di stress. Tutti questi disturbi hanno appunto generato un grande cambiamento nel ritmo sonno-veglia. Vi è un dato identico sull’orario in cui il campione analizzato andava a dormire mentre, mentre si è potuto registrare che i lavoratori, durante il lockdown, si sono svegliati molto più tardi.

Se anche tu hai notato un cambiamento nel tuo ritmo sonno-veglia, allora prova a passare in farmacia ti aiuteremo nel recuperare il tuo ritmo naturale.

 

 

 

 

 

Via Garibaldi 10, Basilicanova, Parma

Chiamaci

Chiamaci

+39 0521 681117

Scrivici

Scrivici

info@farmaciatorri.it

Prendi il tuo appuntamento

Prendi il tuo appuntamento

Richiedi incontro